Da Bagnara Calabra a Palermo, l’origine della dinastia Florio

mare

Tra due settimane, esattamente il 24 maggio, arriverà in libreria L’inverno dei Leoni, il secondo volume che Stefania Auci ha dedicato alla dinastia Florio. In attesa del nuovo romanzo che celebra una delle famiglie più ricche e potenti d’Europa, facciamo un passo indietro e ripercorriamo la storia strabiliante dei Florio. Quindi, ho pensato di dedicare il secondo appuntamento dello spazio Un mese un libro a I Leoni di Sicilia, che racconta l’origine di tutto. Ho letto il primo volume della Auci nell’estate del 2019, spinta più dalla curiosità dovuta al successo internazionale del libro che da un vero interesse per la grande dinastia dei Florio. Più leggevo, però, e più mi appassionavo alle vite di Ignazio, Paolo, Giuseppina, Vincenzo e Giulia. Per questo motivo, se non li conosci già, vorrei farteli scoprire. Raccontandoti, attraverso qualche pagina di questo romanzo, com’è nato tutto.

Il libro sulla dinastia Florio tradotto in 32 Paesi

Un vero caso editoriale, quindi, per questo romanzo che solo in Italia ha venduto 650 mila copie ed è rimasto più di 100 settimane in classifica. Stefania Auci racconta le origini della dinastia Florio, l’albero genealogico che ha origine da Paolo e Ignazio. I due fratelli, fuggiti da Bagnara Calabra dopo il fortissimo terremoto del 1783, in meno di un secolo hanno costruito un impero industriale e finanziario che dalla Sicilia ha attraversato tutto il Mediterraneo. I Leoni di Sicilia si apre, quindi, proprio con questo evento tragico, che ha cambiato le sorti della famiglia Florio. Ignazio ha messo in salvo la nipotina Vittoria per poi correre in aiuto del fratello Paolo. Quest’ultimo è in camera con la moglie Giuseppina e Vincenzino, ancora in fasce. Colui che, proprietario dello splendido Palazzo Quattro Pizzi all’Arenella a Palermo, ha contribuito a consolidare la potenza della dinastia Florio in Sicilia e non solo. Ecco l’incipit.

i leoni di sicilia 1
i leoni di sicilia 2
i leoni di sicilia 3
i leoni di sicilia 4

“Cu nesci, arrinesci.” (Chi esce, riesce)

Proverbio siciliano

i leoni di sicilia copertina

Se ti piace questo articolo condividilo con i tuoi amici:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*