Loading...
Cerca

Libri di Michela Murgia: in libreria arriva il suo lavoro postumo

libri di michela murgia

Libri di Michela Murgia: una guida per scoprire l’anima della scrittrice sarda. Ogni pagina è intrisa di empatia e motivazione, tratti distintivi che hanno conquistato il cuore di lettori di ogni età. Leggere i libri di Michela Murgia significa aprire una finestra sull’ideologia unica dell’autrice prematuramente scomparsa l’estate scorsa a soli 51 anni.

Anche dopo la sua scomparsa, però, la scrittrice continua a trasmettere un messaggio di speranza e resilienza attraverso le sue opere. Così, il 9 gennaio, è uscito Dare la vita, ultimo libro di Michela Murgia prima di Tre ciotole che è nella top ten dei libri più venduti nel 2023. Un’opera postuma che rappresenta non solo il lancio di un nuovo capitolo narrativo, ma pure un addio emozionante a una delle voci più influenti della letteratura contemporanea. Michela Murgia, quindi, attraverso le pagine dei suoi libri, vive ancora e con questo nuovo lavoro promette di toccare corde emotive profonde.

Dare la vita

michela murgia ultimo libro

Il libro uscito per Rizzoli è un inno alla forza della vita capace di catturare le sfumature più delicate dell’esistenza umana. Dare la vita raccoglie riflessioni e approfondimenti sui temi della maternità e della famiglia, argomenti a cui si è dedicata a lungo e che non ha abbandonato nemmeno nelle ultime settimane della sua vita. A occuparsi dell’edizione dell’ultimo libro di Michele Murgia è stato Alessandro Giammei, un ricercatore di letteratura italiana presso l’Università di Yale, considerato uno dei suoi figli d’anima. Basandosi sulla sua esperienza personale, la scrittrice ritiene esista un modello alternativo di maternità che non si basa sulla biologia, ma sui legami dell’anima, appunto. In questo che si può già annoverare tra i migliori libri di Michela Murgia per il suo messaggio commovente sulla genitorialità, come dice Giammei, si parla di famiglia, di scelta biologica, di maternità e di gravidanza. In Dare la vita spiega il concetto della sua famiglia queer che si allontana dalla norma della tradizionale famiglia.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI DARE LA VITA? CLICCA QUI.

Libri di Michela Murgia arrivati al cinema

Due libri di Michela Murgia sono arrivati anche nelle sale cinematografiche. Tutti devono sapere e Accabadora, il primo ha ispirato il film di Paolo Virzì, Tutta la vita davanti, mentre il secondo, pur non essendo un adattamento, ha molti tratti in comune con il romanzo dell’autrice.

Accabadora

ultimo libro michela murgia

Pubblicato nel 2009, il libro ha ricevuto il SuperMondello nel 2010 e nello stesso anno il premio Campiello. Protagonista di Accabadora è Maria finita a vivere con Tzia Bonaria, un enigma difficile da comprendere per gli abitanti di Soreni. La vecchia accoglie la bambina per farla crescere e designarla come erede, chiedendo solo la sua presenza e cura quando ne avrà bisogno. A differenza di quanto accade a casa sua dov’è l’ultima figlia di una madre vedova, Tzia Bonaria la rispetta e le regala una casa e un futuro. Tuttavia c’è un’aura misteriosa in questa vecchia vestita di nero che incute timore. Maria non capisce perché esca di notte, ma tutti sanno ciò che fa: è l’accabadora, l’ultima madre, conforta gli animi, conosce sortilegi e fatture e, quando è necessario, regala una morte pietosa.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI ACCABADORA? CLICCA QUI.

Il mondo deve sapere

michela murgia libri

Tutti devono sapere è un racconto sul precariato in Italia, che fa riflettere, arrabbiare e ridere. Nel suo primo libro Michela Murgia fa rivivere ai lettori l’’esperienza vissuta nel 2006 quando è stata assunta nel call center della multinazionale americana Kirby, produttrice del mostro: un aspirapolvere da tremila euro. Riporta i suoi giorni di lavoro in un blog dove scrive ciò che accade, tra raggiri psicologici e castighi aziendali in un modello lavorativo grottesco.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI IL MONDO DEVE SAPERE? CLICCA QUI.

Eroismo e femminismo nei libri di Michela Murgia

I libri di Michela Murgia non sono solo racconti, ma testimonianze di un talento letterario straordinario che continua a ispirare e motivare i lettori in tutto il mondo, grazie anche a saggi che saranno importanti e significativi per molto tempo ancora. Da Noi siamo tempesta del 2019 a Stai zitta pubblicato due anni dopo.

Stai zitta

michela murgia ultimo libro

Michela Murgia ha amplificato le voci di numerose donne vittime di violenza e ha sensibilizzato molte altre incapaci di riconoscere i segnali. Si è fatta interprete di quelle donne che, per troppo tempo, sono state costrette al silenzio, subendo violenza e oppressione. In Stai zitta l’autrice tenta di comprendere le radici profonde di un problema sociale complesso e urgente.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI STAI ZITTA? CLICCA QUI.

Noi siamo tempesta

michela murgia recensioni

Sedici racconti di imprese collettive famosissime o del tutto sconosciute per far comprendere che la figura dell’eroe solitario è un’eccezione e non la regola. La realtà è fatta di gesta importanti compiute da persone comuni che si sono messe insieme e si sono fidate le une delle altre. Imprese corali che, in molte occasioni, hanno cambiato il mondo e lo hanno reso migliore.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI NOI SIAMO TEMPESTA? CLICCA QUI.

Michela Murgia, insieme a Chiara Tagliaferri, è stata l’autrice del podcast Morgana che parla di donne e di scrittrici e che, nella nuova stagione, è dedicato alle madri.

Scarica gratuitamente la lista 12 podcast su libri e scrittori in cui troverai tante idee di lettura, conoscerai meglio i tuoi autori preferiti, ascolterai interviste, opinioni e ispirazioni. I migliori podcast italiani da non perdere 👇🏻👇🏻👇🏻

Sono sempre stata convinta che l’educazione cattolica abbia ancora un ruolo fondamentale nel fornire chiavi di lettura al nostro mondo, e anche quando crescendo molti abbandonano le convinzioni di fede o quando non le hanno mai avute, quell’imprinting culturale non viene meno, anzi continua a condizionare il nostro stare insieme da uomini e donne con tanta più efficacia quanto meno viene compreso e criticato.

Ave Mary. E la chiesa inventò la donna

Mi auguro di averti dato dei consigli utili. Se questo articolo ti è piaciuto condividilo cliccando uno dei bottoni qui sotto o inviane il link ad un’amica o un amico cui potrebbe interessare. In questo modo contribuirai anche a far crescere questo blog e il mio progetto. Grazie.

Continua a seguirmi...

Iscriviti alla newsletter

...e condividi questo articolo sui tuoi social:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*


The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.