Cerca

Romanzo epistolare di Verga e altri classici brevissimi

romanzo epistolare di verga

Qualche giorno fa sul mio profilo Instagram (ti invito a seguirmi, per avere sempre nuovi consigli di lettura) ho parlato dei romanzi epistolari e la maggior parte delle persone che mi seguono ha dimostrato interesse per questo genere letterario. E così, ho deciso di scrivere un articolo che ne parlasse, presentandotene sette molto famosi. Ho pensato di cominciare con un romanzo epistolare di Verga, Storia di una capinera, di cui ti ho parlato qualche tempo fa.

Si tratta del primo romanzo (1869) del padre del Verismo, di cui quest’anno si è celebrato il centenario della morte. Prende spunto da un’esperienza giovanile di Giovanni Verga e racconta il rapporto epistolare tra Maria, una giovane siciliana costretta a diventare suora, con l’amica Marianna. Le racconta i suoi primi turbamenti d’amore, perché s’innamora de futuro marito della sorella.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI STORIA DI UNA CAPINERA? CLICCA QUI.

copertina storia di una capinera

Storia di una capinera, il primo romanzo epistolare di Verga, si può inserire nel sottogenere di quelli d’amore, ma ce ne sono anche di altri generi.

Romanzi epistolari, un genere che contiene altri generi

Il significato di romanzo epistolare deriva dalla parola latina epistola, che significa lettera. E, infatti, attraverso lo scambio di lettere di uno o più protagonisti si racconta una storia, quindi il tono e il registro mutano a seconda di chi scrive. Ci sono differenze che dipendono dall’età, dal carattere, dalla posizione sociale o politica. Questo fa sì che i romanzi epistolari, allo stesso tempo, possono essere romanzi d’amore, di formazione, storici, gialli e d’avventura.

Ci sono tanti romanzi epistolari famosi e che non superano le 130 pagine da leggere tutti d’un fiato per emozionarci e appassionarci. E chi meglio di Jane Austen riesce a fare questo? L’autrice di Orgoglio e pregiudizio e Ragione e sentimento, figura di spicco della letteratura inglese e mondiale dell’800, nel 1794 scrive Lady Susan, breve romanzo epistolare pubblicato postumo nel 1871 come è avvenuto per Northanger Abbey, parodia di quelli gotici in voga in quegli anni.

Il romanzo tradotto in 18 lingue, arriva in Italia nel 1990 e tra le sue pagine si sviluppa il rapporto epistolare tra Lady Susan, donna volitiva e brillante, e Mrs Johnson, cara amica e complice, con cui condivide raggiri e macchinazioni. La donna, vedova da poco, si trasferisce nella tenuta della cognata. Qua cominciano i suoi giochi a discapito degli uomini che le ruotano intorno e della figlia odiata e reclusa in collegio. Tutto questo viene raccontato con dovizia di particolari in quarantuno lettere. Lady Susan è l’unica donna adulta protagonista dei romanzi di Jane Austen.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI LADY SUSAN? CLICCA QUI

Romanzo epistolare di Verga e altri classici brevissimi

Quando non ha ancora 15 anni, nel 1790, Jane Austen scrive Amore e amicizia, anche questa una sorta di parodia dei racconti romantici sotto forma di romanzo epistolare. Il carteggio è tra Laura e la figlia della sua migliore amica cui racconta le sofferenze vissute e l’amore contrastato per Edward. Quindici lettere in cui la povera Laura descrive le sue sventure sentimentali, le disgrazie subite e i colpi di scena capitati nella sua vita. Lo fa con toni forti e violenti, ma anche languidi. La scrittrice prende in giro questo romanticismo esagerato.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI AMORE E AMICIZIA? CLICCA QUI.

Romanzo epistolare di Verga e altri classici

Il romanzo epistolare di Foscolo e di Goethe

Pubblicato nel 1817, Ultime lettere di Jacopo Ortis, dà inizio al genere del romanzo epistolare in Italia. Sessantasette lettere, scritte tra l’ottobre del 1797 e il marzo del 1799, in cui Ugo Foscolo restituisce al lettore tutto il suo mondo interiore. Ciò avviene attraverso le vicende drammatiche e tormentate del giovane Jacopo Ortis, che vive un amore impossibile per una donna promessa ad un altro uomo. Ed è un profugo senza meta, scappato da Venezia dopo la caduta della Serenissima. Le vicissitudini di Ortis ricordano in parte quelle di Foscolo, richiamando anche il suo esilio.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI ULTIME LETTERE DI JACOPO ORTIS? CLICCA QUI.

Romanzo epistolare di Verga e altri classici brevissimi

D’amore, del desiderio d’amore, tratta anche I dolori del giovane Werther di Johann Wolfgang Goethe pubblicato nel 1774. Anche qua c’è l’amore disperato per una donna che deve sposare un altro uomo. È considerato il romanzo d’amore più famoso della letteratura tedesca ed è amato da tutte le generazioni. Scritto in età giovanile, in esso Goethe rispecchia il suo amore infelice ed impossibile per Lotte in quello di Werther per Carlotta, che andrà a nozze con Albert. L’animo tormentato di Werther conquista l’opinione pubblica, facendo diventare questo giovane uomo e l’opera simboli del movimento dello Sturm und Drang, anticipando molti temi che saranno propri del romanticismo tedesco ed europeo ed influenzando i grandi autori di questo periodo, compreso Ugo Foscolo.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI I DOLORI DEL GIOVANE WERTHER? CLICCA QUI.

Romanzo epistolare di Verga

Romanzi epistolari moderni

Naturalmente, non tutti romanzi epistolari famosi sono stati scritti nei secoli passati, come quelli di cui ti ho parlato prima. Ce n’è uno pubblicato nel 1998 che ho amato molto e con cui voglio concludere questo articolo, si tratta di Che tu sia per me il coltello di David Grossman.

È un romanzo che consiglio a chi ama le parole e il loro uso. Lo scrittore racconta un percorso coraggioso, ma pure doloroso, intrapreso da un uomo e una donna per toccare ognuno l’anima dell’altro. Che tu sia per me il coltello è la storia di un rapporto profondo, aperto tra due persone sentimentalmente impegnate e unite dal destino. Yair e Myriam, due sconosciuti, iniziano un rapporto epistolare intenso, libero da vincoli. Scoprono l’importanza dell’immaginazione e la sensualità che si può nascondere dietro alle parole. Improvvisamente Yair, però, spezza questo sogno fatto di lettere e parole, perché Myriam vorrebbe qualcosa di più. Un romanzo coinvolgente che mi ha colpito profondamente facendomi capire, ancora una volta, quanto sia potente la scrittura e quanto le parole possano essere un balsamo per l’anima, ma pure un tormento, e quanto possano sconvolgere la vita di chi le legge e di chi le scrive.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI CHE TU SIA PER ME IL COLTELLO? CLICCA QUI.

Romanzo epistolare di Verga e altri classici

Il titolo di Che tu sia per me il coltello è ripreso da Lettere a Milena di Franz Kafka, scritte tra il 1920 e il 1923 a Milena Jesenská, giovane traduttrice ceca di cui lo scrittore si innamora perdutamente. L’amore per questa donna è unico, ma complicato, profondo e destinato a finire ancora prima di iniziare. Purtroppo, le lettere di Milena a Kafka non sono state conservate.

VUOI LEGGERE L’ANTEPRIMA DI LETTERE A MILENA? CLICCA QUI.

Romanzo epistolare di Verga e altri classici

Amore è il fatto che tu sia per me il coltello col quale frugo dentro me stesso.

Lettere a Milena

Mi auguro di averti dato dei consigli utili per aiutarti a scegliere le tue prossime letture. Se questo articolo ti è piaciuto condividilo cliccando uno dei bottoni qui sotto o inviane il link ad un’amica o un amico cui potrebbe interessare qualche spunto di lettura. In questo modo contribuirai anche a far crescere questo blog e il mio progetto. Grazie.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*